Nuova data per la conservazione

Mancava solo l’ufficialità: la proroga per la conservazione delle fatture elettroniche, relative al 2019, è stata messa in atto. La data da segnarsi per la conservazione è il 10 giugno 2021. Il comunicato stampa dello scorso 13 marzo da parte del MEF aveva già preannunciato questa nuova scadenza. La certezza viene suggellata dalla pubblicazione numero 70 della Gazzetta Ufficiale, articolo 5, comma 16. Nel documento vengono evidenziati le aree in cui si intende intervenire mediante il Decreto Sostegni, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso venerdì.

Questo provvedimento costituisce una novità nel settore. Se consideriamo che l’obbligo di fatturazione tra privati è scattato proprio il primo gennaio 2019, siamo di fronte a una fattiscepisce mai successa in cui occorre procedere alla conservazione delle fatture elettroniche nel periodo di imposta. Il rinvio nasce certamente con lo scopo di sostenere gli operatori economici colpiti dall’emergenza pandemica. Questa decisione è solo una minima parte dei provvedimenti che verranno sanciti nel decreto Sostegni.

La conservazione riguarda le fatture elettroniche emesse e ricevute nel 2019 per mezzo del Sistema di Interscambio. Tre mesi in più di tempo. La nuova scadenza viene calcolata da quella precedente, ovvero il 10 marzo (ex Decreto Ristori quater n. 157/2020), per definirsi il 10 giugno. Calcolare la data ultima per la conservazione è semplice e necessita l’osservazione di alcune semplici accortezze, che abbiamo ben elencato in un nostro articolo, ma per questo 2021, congestionato economicamente a causa della pandemia, è giusto che si dia luogo ad alcune eccezioni. 

Conservazione delle fatture elettroniche

Nel nostro precedente articolo abbiamo messo l’attenzione sulla natura di questa proroga. La conservazione riguarda esclusivamente i tracciati XML transitati da SdI. Altri documenti informatici, come libri contabili, restano fuori dal provvedimento. Il team di Digitale No Problem è a tua disposizione per qualsiasi dubbio. Siamo conservatori accreditati AgID. Clicca qui per maggiori informazioni.