Conservazione documenti fiscali: la risoluzione n.46/E del 10 Aprile 2017 chiarisce i termini.

Quest’anno, a causa dell’anticipo al 28 Febbraio 2017 del termine per la presentazione della Dichiarazione IVA, abbiamo registrato dubbi e disaccordi tra gli addetti ai lavori per quanto riguarda il termine ultimo per inviare in conservazione documenti fiscali.

Ma partiamo dall’inizio, qual era il termine per la conservazione documenti fiscali 2015?

Fino all’anno scorso il termine per la presentazione della Dichiarazione IVA e della Dichiarazione dei Redditi era il 30 settembre. Quindi, visto che secondo il DMEF 17 giugno 2014 la conservazione dei documenti fiscali deve essere eseguita entro tre mesi dalle relative dichiarazioni annuali, il termine ultimo per l’invio in conservazione, per tutti i documenti, era il 31 dicembre.

E quest’anno?  Qual è il termine per la conservazione documenti fiscali 2016?

Quest’anno le date di presentazione delle dichiarazioni annuali sono cambiate come segue:

  • Il termine ultimo per la presentazione della Dichiarazione IVA è stato anticipato al 28 febbraio 2017;
  • Il termine ultimo per Dichiarazione dei Redditi è rimasto invariato, quindi 30 settembre 2017.

Questa modifica ha generato dei dubbi sui termini di conservazione dei documenti fiscali. Molti addetti ai lavori, conseguentemente all’anticipo al 28 febbraio delle Dichiarazione Iva, ed in accordo con il DMEF 17 giugno 2014, hanno dedotto che per l’anno 2017 i termini per la conservazione dei documenti fiscali sarebbero conseguentemente  cambiati:

  • la conservazione delle fatture elettroniche, Registri IVA acquisti, vendite e corrispettivi sarebbe stata anticipata al 28 maggio 2017;
  • il 31 dicembre 2017 sarebbe la data, invariata, per la conservazione di libro giornale, maestrini, libro degli inventari, registro dei beni ammortizzabili e scritture ausiliare di magazzino.

Ma non tutti gli esperti erano d’accordo, infatti alcuni sostenevano che i termini per la conservazione dei documenti fiscali non sarebbe cambiata rispetto all’anno precedente.

Per poter sciogliere ogni dubbio è intervenuta l’agenzia delle entrate con la Risoluzione n.46/E del 10/4/2017.

conservazione documenti fiscali

Quindi?  Entro quando bisogna conservare documenti fiscali 2016?

La Risoluzione n.46/E del 10/4/2017 dell’Agenzia delle Entrate, invece, ha ribadito che il termine di riferimento per la conservazione digitale di tutti i documenti di natura fiscale per l’anno 2016 è il 31 dicembre 2017 cioè entro tre mesi dal termine ultimo per la presentazione della dichiarazione dei redditi.