Amministrazione digitale: L'università degli Studi di Palermo organizza un corso per i funzionari delle Pubbliche Amministrazioni e delle imprese private della Sicilia

Corso di formazione “L’amministrazione digitale italiana: modelli e casi Concreti” – Palermo 3 maggio 2017 – Complesso Monumentale dello Steri, Piazza Marina

Dopo l’introduzione del regolamento europeo eIDAS, delle nuove modifiche al Codice dell’ Amministrazione Digitale e delle regole tecniche uscite tra il 2013 e il 2014, servono ancora nuove norme?

Riteniamo di no. Servono soprattutto interventi di riorganizzazione, di semplificazione e modelli operativi per applicazioni concrete sorretti da un impianto metodologico coerente e condiviso. I processi di digitalizzazione e semplificazione saranno affrontati con un approccio integrato che permetterà di definire nuovi modelli di relazione tra cittadino e burocrazia, sulla base di un meta-modello organizzativo di amministrazione digitale. Per un’amministrazione aperta, flessibile, in rete sono necessari nuovi profili professionali. La burocrazia moderna poggia su un sistema documentale “nativamente” digitale che deve essere progettato e realizzato secondo principi giuridici e documentali nel rispetto delle regole tecniche.

Per queste ragioni, l’Università di Palermo in collaborazione con l’ ANDIG e con Procedamus, organizza un corso di formazione riservato al personale delle amministrazioni pubbliche e delle imprese private della Sicilia che si occupa di gestione e di conservazione dei documenti digitali.

Il corso sarò presieduto dai Professori  Donato A. LimoneGiuseppe Lo Re e  Gianni Penzo Doria  e si svolgerà Mercoledì 3 Maggio dalle 9,00 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 16,30, a Palermo, presso l’Aula Magna del Complesso Monumentale dello Steri a Piazza Marina. 

Per maggiori informazioni su programma, tematiche trattate e  modalità di adesione  scarica la locandina.